Caesar3.it - Forum di discussione

Forum di discussione su Caesar3 et similia
 
IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 Caesar III in saecula saeculorum

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 28
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: Caesar III in saecula saeculorum   Dom 19 Dic 2010 - 0:47

Riprodurre su piccola scala l'organizzazione di una società complessa. Semplificarla e parametrizzarla mediante poche semplici formule. In questi due passi è racchiusa la chiave del successo di Caesar III. Un successo che dura da più di dieci anni. Al di là del mero aspetto tecnico infatti sono solo le idee e le scelte di gameplay a distinguere un ottimo gioco da un grande gioco. E Caesar III è un grande gioco. Un grande, grandissimo gioco.

Un anno e mezzo fa, ispirato dai saggi di Mosé e in particolare dalla chiosa del suo ultimo (andatevela a rileggere se potete, L'elemento strategico, pag. 22, ultima frase), volli scrivere anch'io un'opera che fosse un inno al divertimento e alla genialità del titolo Impressions. Così iniziai a scrivere il De Caesaris Hereditate. E fu durante la sua stesura che mi convinsi di quanto ho scritto in apertura.
D'altra parte è stato proprio grazie a questa constatazione che il mio scritto ha assunto la sua forma definitiva: da guida strategica e walktrough delle missioni principali quale l'avevo originariamente concepito è diventato un saggio sui meccanismi di produzione e consumo delle risorse e sulla manodopera.
Semplicemente mi resi conto che l'opera di "semplificazione e parametrizzazione" della vita di una società organizzata operata dagli sviluppatori aveva prodotto quegli algoritmi che sono andato a studiare e a esporre nel mio saggio. Dunque per centrare appieno il mio obiettivo, non era necessario mettere insieme una serie di praecepta artis aedificandis; bastava scrivere qualche formula.
Ho cercato di rendere appieno al lettore quel gusto che io per primo ho provato in questi anni nello scoprire una per una quelle stesse formule che ho poi elencato nel mio saggio. Passo per passo, descrivendo minuziosamente ogni dettaglio e meccanismo e provando talora anche a spiegare le ragioni che possono aver favorito una particolare scelta. E più scrivevo, più mi rendevo conto di quanto ciò che scrivevo fosse stato il fulcro attorno al quale ruota la mia passione per questo titolo. Come credo anche la vostra.
Pensateci: la stabilità delle abitazioni, l'equilibrio tra produzione e consumo, quelle cavolo di mercanti che non vanno a prendere il vino per quegli sfaticati, parassiti, smidollati di patrizi... la mancanza di manodopera! affraid
Tutti questi problemi e le rispettive soluzioni si riconducono agli algoritmi di gioco.
E non è forse di richieste d'aiuto inerenti a queste cose che il nostro forum trabocca? Non è forse per risolvere questi problemi che avete scritto migliaia di post, oltre a un'intera sezione d'aiuto per i principianti? E ancora, non è forse con questi meccanismi che Vitellio Tonnatus si è divertito a giocare quando ha stilato i criteri di calcolo per le classifiche della carriera nel Nuovo Mondo?


La parola al forum.



-7

_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS


Ultima modifica di Servius Sertorius il Dom 19 Dic 2010 - 11:44, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
MaG
Moderator
Moderator
avatar

Scorpione Tigre
Numero di messaggi : 3000
Età : 55
Località : Roma
Data d'iscrizione : 01.03.08

MessaggioTitolo: Re: Caesar III in saecula saeculorum   Dom 19 Dic 2010 - 2:39

Mi sembra di capire che le statistiche dei download non premino a sufficienza il tuo saggio e che serviva un altro spoiler (quello che apre questo tread) per diffonderlo ulterormente

_________________
(MaG)

__________________________________________________
Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare ha verificato di essere nella rubrica giusta?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 28
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: Non ci siamo   Dom 19 Dic 2010 - 4:43

MaG ha scritto:
Mi sembra di capire che le statistiche dei download non premino a sufficienza il tuo saggio e che serviva un altro spoiler (quello che apre questo tread) per diffonderlo ulterormente
Evidentemente hai capito male. Dì la tua piuttosto.

E gli altri anche. Qual è il punto di forza di questa produzione di dodici anni fa? Io penso di averlo inquadrato. E intorno ci ho scritto un saggio.
E voi? Che dite? È lì il punto di forza o da qualche altra parte?



-6

_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Vitellio Tonnatus
Moderator
Moderator
avatar

Leone Capra
Numero di messaggi : 2374
Età : 51
Località : Latina
Data d'iscrizione : 06.02.08

MessaggioTitolo: Re: Caesar III in saecula saeculorum   Dom 19 Dic 2010 - 5:50

Indubbiamente alla base del successo di questo gioco sta la creazione di un modello matematico valido e semplice. Un modello così ben realizzato da consentire molteplici soluzioni al medesimo problema.
Chissà, forse questo equilibrio è frutto anche del momento tecnologico in cui il gioco è stato prodotto: i programmatori non potevano puntare sulla grafica e quindi per poter sperare di avere successo honno giocoforza dovuto cercare un meccanismo di gioco valido in grado di poter essere gestito dalle potenzialità di calcolo dell'epoca. Ne è venuto fuori un prodotto "eccezionale" che pur impegnando a fondo il giocatore non ne eccede le capacità "intelletuali".

Rimane però il fatto che chi legge queste righe è un appassionato di Caesar3 e quindi apprezza il modello matematico. Molti ma molti di più invece amano la grafica spinta o il sangue sparso per ogni angolo del monitor.

Più incomprensibile invece resta il fatto che Caesar3 è di fatto un vicolo cieco. I successivi Faraon, Emperor, Zeus nulla hanno aggiunto, anzi semmai sono stati peggiorativi.

_________________
....tamen potissimum cum tu es in fimo usque ad gulam...siles

IN THYNNO CONFIDIMUS

VIRIDES CAPUT MUNDI



Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Vesaniente Vento
Translator
Translator
avatar

Toro Serpente
Numero di messaggi : 459
Età : 53
Località : Formia
Data d'iscrizione : 21.05.08

MessaggioTitolo: Re: Caesar III in saecula saeculorum   Dom 19 Dic 2010 - 5:52

A me sembra di capire, invece, che Sertorius provi una vera passione per questo gioco e per il Forum con buona pace per i vecchi smaliziati (o cinici, boh peggio per loro. Il cinismo è pena a se medesimo).

"Se ti opponi a tutte le sensazioni, non avrai neanche a che cosa riportarti per giudicare quelle di esse che tu dici false."
Epicuro, Massime, XXIII

vai Sertorius

_________________
non ea vis animo nec tanta superbia victis
i vinti non hanno tale audacia nell'animo, o tanta superbia.
Ogni stile contraddistingue uno spirito...ogni spirito soggiace ai suoi stilemi
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 28
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: Bersaglio centrato   Dom 19 Dic 2010 - 6:17

Vitellio Tonnatus ha scritto:
Indubbiamente alla base del successo di questo gioco sta la creazione di un modello matematico valido e semplice. Un modello così ben realizzato da consentire molteplici soluzioni al medesimo problema.
Chissà, forse questo equilibrio è frutto anche del momento tecnologico in cui il gioco è stato prodotto: i programmatori non potevano puntare sulla grafica e quindi per poter sperare di avere successo honno giocoforza dovuto cercare un meccanismo di gioco valido in grado di poter essere gestito dalle potenzialità di calcolo dell'epoca. Ne è venuto fuori un prodotto "eccezionale" che pur impegnando a fondo il giocatore non ne eccede le capacità "intelletuali". [...]
Cavolo Vit! Non avrei saputo dirlo meglio! E grazie anche a Vento per la risposta.
Sotto con gli altri!



-5

_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Marcio Sfigato
Consul
Consul
avatar

Vergine Gallo
Numero di messaggi : 2114
Età : 61
Località : Roma
Data d'iscrizione : 17.01.08

MessaggioTitolo: Re: Caesar III in saecula saeculorum   Dom 19 Dic 2010 - 11:34

Concordo in pieno con le vostre analisi. Il gioco racchiude la genialità del suo motore proprio nel sistema di approvvigionamento costante che fa sì che le case evolvano, nei problemi ad esso connessi, non ultima la carenza di manodopera e l'invecchiamento della popolazione. Tutto il resto è necessario ma in fondo è una conseguenza: non ci vuole molta scienza per piazzare due teatri, un bagno o una biblioteca (anche se pure in questo caso bisogna studiare dove piazzare le strutture per consentire una adeguata copertura, e non è scontato nemmeno questo). L'industria, il commercio, la costruzione degli isolati, questo sì fa di Caesar 3 un gioco unico. E sono d'accordo con Vitellio quando dice che forse proprio la non disponibilità di grandi risorse grafiche abbia stimolato i programmatori allo sviluppo di una tecnica che non facesse rimpiangere la spettacolarità. Agli esempi citati ne vorrei aggiungere uno che forse è quello più calzante, in quanto deriva direttamente dal "nostro" Caesar: si tratta di Caesar IV. Qui la grafica la fa da padrone, ed è decisamente bella. Ma poi... Non serve studiare le distanze, o i percorsi dei camminatori, che non ci sono più. Forse è più realistico, perché è la gente che va al mercato o al teatro o ai bagni, ed è sufficiente che le strutture ci siano, che non siano troppo distanti e che siano in numero sufficiente (e naturalmente abbiano lavoratori). Ma alla fine è risultato un gioco molto più facile, almeno nella parte che ho giocato.
Perciò non mi resta che brindare alla eternità di un gioco come Caesar 3.

_________________


Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare hai verificato di essere nella rubrica giusta?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Goldenaxe
Praetor
Praetor
avatar

Scorpione Ratto
Numero di messaggi : 1372
Età : 45
Località : Littoria
Data d'iscrizione : 23.03.10

MessaggioTitolo: Re: Caesar III in saecula saeculorum   Dom 19 Dic 2010 - 20:37

Io penso che in ognuno di noi ci siano due anime: quella costruttiva e quella distruttiva.
Da bambini si gioca con le costruzioni e si gioca alla guerra. CaesarIII soddisfa l'anima costruttiva, è "appagante" vedere la città funzionare!
Come con il meccano ci divertivamo a far girare i meccanismi (semplicissimi all'epoca!) qui ci divertiamo a sviluppare le insulae, a far fruttare i commerci, a vedere le bighe girare per la città. E qualche battaglia non ci dispiace... What a Face

Non ultimo, e credo sia molto influente per noi "anzianotti", l'ironia che pervade tutto il gioco (ma avete visto i nomi dei nemici!?!? ) che noi italici percepiamo più dei forestieri credo.

Io penso che il segreto stia nella semplicità di questi ingredienti "genuini"

Oh no!?!? Suspect

_________________
"Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi"

UNITI CONTRO GLI ONEIROI!

'STA CEPPA!



Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.connessioni.it
Vesaniente Vento
Translator
Translator
avatar

Toro Serpente
Numero di messaggi : 459
Età : 53
Località : Formia
Data d'iscrizione : 21.05.08

MessaggioTitolo: Re: Caesar III in saecula saeculorum   Mar 21 Dic 2010 - 9:09

"Il silenzio è il partito più sicuro per chi diffida di se stesso".
Sempre Massime, ma di de La Rochefoucauld.

_________________
non ea vis animo nec tanta superbia victis
i vinti non hanno tale audacia nell'animo, o tanta superbia.
Ogni stile contraddistingue uno spirito...ogni spirito soggiace ai suoi stilemi
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 28
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: Il genio videoludico   Mar 21 Dic 2010 - 11:07

Vitellio Tonnatus ha scritto:
Indubbiamente alla base del successo di questo gioco sta la creazione di un modello matematico valido e semplice. Un modello così ben realizzato da consentire molteplici soluzioni al medesimo problema.
Chissà, forse questo equilibrio è frutto anche del momento tecnologico in cui il gioco è stato prodotto: i programmatori non potevano puntare sulla grafica e quindi per poter sperare di avere successo honno giocoforza dovuto cercare un meccanismo di gioco valido in grado di poter essere gestito dalle potenzialità di calcolo dell'epoca. Ne è venuto fuori un prodotto "eccezionale" che pur impegnando a fondo il giocatore non ne eccede le capacità "intelletuali". [...]
Precisamente, Vit! A mio parere hai fatto centro pieno!

Il grande vantaggio per Caesar III è stato di esser stato programmato in un'epoca in cui la grafica era più una questione di stile che di poligoni. Per ovviare ai pesanti limiti di calcolo gli sviluppatori impressero al gioco un'impostazione affatto simile a quella di alcuni giochi di strategia da tavolo che da anni spopolano in tutto il mondo (ad esempio Warhammer Fantasy): la mappa di gioco è discretizzata in un quadrato composto da caselle proprio come un'enorme scacchiera; le interazioni fra un personaggio e l'altro (rispettivamente fra un personaggio e una struttura) avvengono solo quando questi vengono a trovarsi in riquadri adiacenti (rispettivamente entro due riquadri l'uno dall'altra).
E poi ci sono le formule: semplici algoritmi che gestiscono tutti gli aspetti della partita. In tutto si possono suddividere in cinque categorie ognuna gestita da un certo numero di formule:
  • produzione (5: grano, altri cibi, pesce, materie prime e marmo, officine);
  • consumo (4: cibo, prodotti finiti, ordine di priorità, raddoppio del consumo di vino nei palazzi);
  • distribuzione casuale dell'età degli immigranti (1: distribuzione binomiale);
  • invecchiamento della popolazione (1: incremento dell'età di un anno ogni fine anno);
  • combattimento (1 formula più i parametri delle unità).

Semplicemente geniale!

Molti giochi di quegli anni condivisero sotto spoglie diverse questa stessa genialità (Oddwolrd, Metal Gear Solid, Donkey Kong Country, Super Mario Bros ecc.).
Quando il genio sottoposto ai limiti imposti dall'arretratezza tecnologica riusciva a non soccombergli, bensì a sfruttarli a proprio vantaggio per sviluppare un'idea, ecco che nasceva un capolavoro.
E paradossalmente più stretti erano i confini più indimenticabili furono i capolavori che in essi e da essi prendevano forma.



-4

Manca....

_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Vitellio Tonnatus
Moderator
Moderator
avatar

Leone Capra
Numero di messaggi : 2374
Età : 51
Località : Latina
Data d'iscrizione : 06.02.08

MessaggioTitolo: Re: Caesar III in saecula saeculorum   Mar 21 Dic 2010 - 11:25

AZZ!
HO VINTO QUACCHECOSA?

_________________
....tamen potissimum cum tu es in fimo usque ad gulam...siles

IN THYNNO CONFIDIMUS

VIRIDES CAPUT MUNDI



Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 28
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: III vs IV   Gio 23 Dic 2010 - 12:16

Vitellio Tonnatus ha scritto:
AZZ!
HO VINTO QUACCHECOSA?
Sì, una pacca sulla spalla.
Visto che molti di voi hanno giocato al quarto episodio della saga che ne direste di scrivere qui nel dettaglio quali cambiamenti nel gameplay vi sono stati apportati? Ho già letto diverse recensioni oltre ai vostri commenti da queste parti, ma sarebbe bello se si raccogliessero un po' le idee in questa sede.

_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Marcio Sfigato
Consul
Consul
avatar

Vergine Gallo
Numero di messaggi : 2114
Età : 61
Località : Roma
Data d'iscrizione : 17.01.08

MessaggioTitolo: Re: Caesar III in saecula saeculorum   Sab 25 Dic 2010 - 7:59

Servius Sertorius ha scritto:

Visto che molti di voi hanno giocato al quarto episodio della saga che ne direste di scrivere qui nel dettaglio quali cambiamenti nel gameplay vi sono stati apportati? Ho già letto diverse recensioni oltre ai vostri commenti da queste parti, ma sarebbe bello se si raccogliessero un po' le idee in questa sede.

Era esattamente quello che da qualche tempo stavo progettando di fare. A breve inizierò a postare qualcosa.

_________________


Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare hai verificato di essere nella rubrica giusta?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Marcio Sfigato
Consul
Consul
avatar

Vergine Gallo
Numero di messaggi : 2114
Età : 61
Località : Roma
Data d'iscrizione : 17.01.08

MessaggioTitolo: Re: Caesar III in saecula saeculorum   Gio 30 Dic 2010 - 9:48

Marcio Sfigato ha scritto:
Servius Sertorius ha scritto:

Visto che molti di voi hanno giocato al quarto episodio della saga che ne direste di scrivere qui nel dettaglio quali cambiamenti nel gameplay vi sono stati apportati? Ho già letto diverse recensioni oltre ai vostri commenti da queste parti, ma sarebbe bello se si raccogliessero un po' le idee in questa sede.

Era esattamente quello che da qualche tempo stavo progettando di fare. A breve inizierò a postare qualcosa.

Ho pubblicato oggi quanto richiesto nell'apposita sezione dedicata a Caesar IV. Buona lettura!

_________________


Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare hai verificato di essere nella rubrica giusta?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Caesar III in saecula saeculorum   

Torna in alto Andare in basso
 
Caesar III in saecula saeculorum
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Caesar3.it - Forum di discussione :: Discussioni generali-
Vai verso: